Dragonball Z - La saga di Freezer


| Dragon Ball | Dragonball Z | Dragonball GT | Aggiungi ai Preferiti | Policy Privacy |




Torna alla home di Dragonballz
Goku nella sua versione Anime

 

La saga di Freezer



Sul pianeta Namecc


Sconfitto Vegeta e ricacciato verso lo spazio aperto, Gohan e Crili finiscono in ospedale con non pochi danni riportati, mentre per Goku i tempi di recupero saranno lunghi, infatti ha riportato fratture scomposte ovunque dopo essere stato stritolato da Vegeta in forma scimmione. Perché maturino i fagioli di Balzar è necessario attendere qualche mese ma purtroppo, Tensing, Rif, Yamco e Junior sono morti e bisogna riportarli in vita e l’unica speranza è recarsi sul pianeta natale dei namecciani, gli unici in grado di creare le sfere del drago, e di esprimere il desiderio. Ma in attesa che Goku si riprenda, bisogna partire e anticipare l’intervento su Namecc di Vegeta e così Gohan, Crili e Bulma si mettono in viaggio su una navicella spaziale e si dirigono verso il pianeta del drago Polunga (il drago di Namecc ha questo nome). Il viaggio è molto lungo e le peripezie che devono affrontare i nostri amici per arrivare sul pianeta di destinazione sono tante e pericolose; alla fine però giungono sul pianeta natale di Junior. Unico problema: sullo stesso pianeta, alla ricerca delle sfere, ci sono Vegeta e il suo capo Freezer, un alieno dai poteri infiniti e dalla forza straordinaria.

Al fianco di Freezer ci sono due guerrieri molto potenti, Dodoria e Zarbon, che si occupano del diretto recupero delle sfere trucidando uno dopo l’altro gli abitanti del pianeta. Vegeta li affronta entrambi e solamente il primo riesce a superarlo e ad ucciderlo mentre il secondo, Zarbon, caratterizzato dalla capacità di trasformarsi accrescendo la propria potenza, sconfigge il sayan e gli rivela un segreto importantissimo: il pianeta natale dei sayan è stato distrutto da Freezer e non da un meteorite come si era creduto fino ad allora. Il braccio destro di Freezer porta Vegeta alla base e lo cura per poter in seguito costringerlo a parlare e rivelare la posizione della sfera da lui rubata. Lo scaltro sayan però, appena si rimette in sesto, attacca la truppa nemica e si impadronisce delle cinque sfere in possesso del suo ex padrone e corre verso il rifugio della sesta. Per la settima deve individuare i possessori ovvero Gohan e Crili e così si dirige da loro. Zarbon lo insegue e si scontrano ancora una volta in una battaglia all’ultimo sangue, ma questa volta è lo scagnozzo di Freezer ad avere la peggio e a lasciarci la vita sul campo di battaglia.

A questo punto lo stesso capo Freezer deve richiamare la squadra Ginew, un potente corpo di guerrieri di grandissima potenza, una versa squadra di assalto. Il loro intervento è fondamentale e infatti riescono a recuperare le sette sfere del drago e a consegnarle al loro signore; la parola di attivazione delle sfere è però sconosciuta e solamente l’anziano saggio del pianeta può aiutare Freezer. Il vecchio Namecciano però è in fin di vita e il capo degli alieni vola a velocità super sonica verso di lui, mentre in senso contrario si dirige un piccolo namecciano, Dende, salvato da Gohan e Crili, che per ricompensarli, vuole aiutarli a riattivare le sfere rivelando loro la parola magica. Nel frattempo la squadra Ginew si scontra con i guerrieri Z dando vita ad uno degli scontri più belli della saga; il più debole del plotone di assalto si scontra con Crili e Gohan e grazie alla sua capacità di plasmare il tempo riesce a sopraffarli e solamente grazie a Vegeta, che gli mozza il capo, i due piccoli combattenti terrestri si salvano e si preparano a combattere ancora. Il prossimo avversario è un certo Rekoom, uno dei più potenti del gruppo: Vegeta chiede di affrontarlo da solo!!



Battaglia con la squadra Ginew

Vegeta e Rekoom sono uno di fronte all’altro; la differenza fisica è notevole, infatti nonostante la massa muscolare non indifferente, Vegeta è alto circa la metà di Rekoom e lo scontro si preannuncia più duro del previsto. I colpi si susseguono a velocità incredibile e nonostante la forza sviluppata nei tanti combattimenti il principe sayan non riesce a danneggiare seriamente l’avversario che al contrario gli procura non pochi danni, lo riduce a brandelli. Grazie all’intervento di Crili e Gohan riesce però a salvare la pelle Vegeta; la situazione però peggiora, infatti i due guerrieri Z non sono all’altezza dell’avversario e colpiti da due lampi di energia, cadono al tappeto morenti. Ma ecco all’improvviso un energia potentissima si avverte: è Goku! Il nostro eroe è finalmente giunto su Namecc, infatti ripresosi grazie ai fagioli di Balzar dalla dura battaglia con Vegeta sulla terra, durante la quale aveva riportato gravissimi danni, si è messo in viaggio per aiutare i suoi amici a recuperare le sfere. Affrontato il viaggio su una delle navicelle della Capsule Corporation, si è allenato ad una gravità ben cento volte superiore a quella terrestre e la potenza sviluppata sembra non avere limiti infatti la velocità è aumentata a dismisura e la forza è cresciuta esponenzialmente. Rekoom soccombe in pochi istanti sotto i duri colpi del suo nuovo avversario e gli altri due membri rimasti, Jeeth e Burter (il capitano Ginew si è raecato con le sfere da Freezer) si scagliano assieme contro di lui ma la situazione sembra essere svantaggiosa per i due combattenti del plotone di Freezer, infatti a Goku basta poco per tenere testa ad entrambi; Burter viene sconfitto mentre il secondo fugge dal suo capitano Ginew, membro più potente della squadra, con la speranza che almeno lui possa eguagliare la potenza di quel sayan dai poteri straordinari. Lo scontro tra Ginew e Goku è ricco di colpi di scena e il fortissimo alieno da del filo da torcere al nostro eroe costringendolo ad utilizzare il Kaioh ken, colpo supremo appreso nell’aldilà, capace di aumentare notevolmente i poteri di chi lo utilizza. Accortosi quindi della netta superiorità dell’avversario, Ginew è costretto a ricorrere alla sua tecnica segreta che prevede lo scambio dei corpi. La situazione si complica notevolmente in quanto adesso l’avversario diviene fisicamente Goku; la battaglia si protrae ma per fortuna si risolve a favore dei nostri e il malvagio capitano Ginew entra nel corpo di una rana e li vi rimane. A questo punto, Freezer è occupato a cercare l’anziano saggio per conoscere le parole di attivazione delle sfere e Dende, il piccolo namecciano salvato da Crili e Gohan,vola verso i suoi amici per richiamare il drago e anticipare così il malvagio nemico. Giunto a destinazione, Dende richiama il dio drago Prolunga e potendo far resuscitare una persona soltanto alla volta, fa tornare in vita Junior e lo fa approdare con il secondo desiderio sul pianeta Namecc; il terzo non si riesce ad esprimerlo, il capo anziano muore infatti per vecchiaia e le sfere si riducono a delle semplici pietre. Ed ecco spuntare all’orizzonte freezer, adirato come non mai, per il brutto tiro giocatogli; la sfida finale sta per avere inizio, con l’unico problema che Junior è approdato sì sul pianeta, ma in un punto lontanissimo e Goku invece, dopo aver riportato numerose ferite nello scontro con Ginew, è costretto nella sala di rianimazione, immerso nel liquido miracoloso che in un paio di ore dovrebbe rimetterlo in sesto. Così di fronte al terribile Freezer sono rimasti solamente in quattro:Vegeta, Gohan, Crili e il piccolo Dende. Il principe sayan però sembra non temere il suo avversario, convinto infatti di essere vicino a divenire il leggendario super sayan, si crede invincibile; scoprirà ben presto di non esserlo.







La sfida finale ha inizio: Freezer contro tutti !

Immediatamente l’orgoglioso principe sayan si scaglia contro il distruttore della sua razza; Freezer è stupito dall’immenso potere di Vegeta che adirittura riesce ad eguagliare la sua forma base. Diciamo forma base perché in effetti il malvagio nemico ha a disposizione ben tre diverse trasformazioni atte ad incrementarne il potere e basta la prima per buttare nello sconcerto i nostri guerrieri Z, ovvero Crili,Gohan e Vegeta stesso che si accorge di essere ancora inferiore al suo avversario di cui conosceva la capacità di trasformarsi ma non la grande potenza che ogni trasformazione avrebbe liberato. Lo scontro diventa sempre più difficile e le sorti dei nostri guerrieri sembrano essere negative, infatti se non fosse per Dende, capace di curare le ferite altrui, Freezer ne avrebbe eliminato più di uno. Quando la situazione sembra ormai arrivata al peggio ecco però spuntare il namecciano più forte di tutti i tempi, Junior. La sua potenza è spaventosa anche per il fatto che durante il cammino che lo separava da Freezer è riuscito ad unirsi ad uno dei guerrieri più potenti del pianeta Namecc, Nail, divenendo così un super guerriero. Lo scontro con Freezer al primo stadio di trasformazione è molto bello ed entusiasmante, infatti i due avversari non si superano nettamente, anzi il loro potere è quasi lo stesso, leggermente più alto quello di Junior. Raggi energetici e bolle di energia si scontrano e si susseguono in una battaglia che vede volare calci e pugni in quantità smisurate. Accortosi però di non poter osare più di tanto contro il namecciano, Freezer decide di ricorrere alla sua seconda trasformazione, equivalente al suo terzo stadio; fisicamente è sicuramente la forma più brutta, molto simile al famosissimo Alien cinematografico. Raggiunto il secondo livello l’alieno raggiunge ancora una volta vette altissime e diventa fortissimo tanto da ridurre in condizioni pietose perfino il super namecciano e ancora una volta fondamentale diventa l’intervento di Dende che salva la vita ai suoi amici rimettendoli in sesto. A questo punto, unica chance di salvezza, Vegeta decide di farsi ferire mortalmente per poi farsi curare da Dende e aumentare il suo livello combattivo (caratteristica dei guerrieri sayan infatti è la capacità di incrementare il proprio livello combattivo quando si riprendono dopo essere styati vicini a morire); il piano riesce e Vegeta acquista un potere straordinario e superiore adirittura a quello di Junior e dello stesso Freezer e si convince sempre più di essere diventato un super sayan. Tutto però è rovinato dalla ennesima trasformazione del nemico, l’ultima e più potente forma; Freezer raggiunge una potenza a dir poco spaventosa equivalente a cinque milioni di punti, un livello assurdo se pensiamo che persino Goku contro Ginew aveva raggiunto con il Kaioh Ken singolo solamente i centottantamila punti di livello combattivo. Vegeta, completamente nel panico, non riesce a credere ai suoi occhi, infatti nonostante la sua convinzione estrema, si rende conto di non essere ancora un super sayan e di non avere speranze contro il suo avversario, che pian piano lo riduce in brandelli. Junior e gli altri due combattenti non possono che restare a guardare (Dende è stato ucciso da Freezer per evitare che i guerrieri potessero riprendersi dalle ferite), data l’enorme differenza di forza che intercorre tra loro e il potente avversario e quindi vedono il loro alleato subire innumerevoli colpi e avvicinarsi sempre più alla morte. Ma ecco che all’improvviso si avverte l’aura di Kakaroth, infatti Goku ripresosi dai duri colpi subiti contro Ginew, esce dalla vasca di rianimazione e si lancia sul campo di battaglia. Il suo sguardo non è più lo stesso, sembra che qualcosa sia cambiato in lui, la sua aura sprigiona una potenza terrificante e lo stesso Freezer si accorge di avere di fronte qualcuno alla sua portata finalmente.






Goku affronta Freezer

Appena giunto sulla scena del combattimento,Goku vede Vegeta ridotto in fin di vita accanto a Freezer; l’alieno lo colpisce al cuore con uno dei suoi raggi potentissimi generati da un singolo dito e lo uccide. Prima di morire però lo stesso sayan rivela al nostro eroe di aver saputo per bocca di Zarbon che il pianeta natale dei sayan non è stato distrutto dallo scontro con un meteorite come si vociferava, ma è stato disintegrato da un solo colpo del malvagio capo alieno, che temeva la potenza della razza sayan. Proferite queste ultime parole, l’orgoglioso sayan chiede a Kakaroth di vendicare la razza sayan e poi spira.

A questo punto non rimane altro da fare che abbattere quel terribile avversario, il più forte di tutti i tempi. Lo scontro inizia e Goku sembra tenere testa a quell’essere dalla potenza di svariati milioni di punti e lo scontro è davvero mozzafiato, infatti si susseguono uno dopo l’altro micidiali colpi e onde energetiche di devastante potenza. L’ambiente circostante è ridotto ad un cumulo di macerie e nonostante gli allenamenti distruttivi tenuti sulla navicella, Goku viene impegnato tantissimo dal suo avversario a dimostrazione della immane potenza che lo caratterizza. Freezer però si accorge di essere molto più forte del suo avversario e quando inizia a fare sul serio, utilizzando soltanto la metà delle propria forza, riesce a metter in difficoltà davvero serie il suo avversario; addirittura nemmeno il Kaioh Ken utilizzato alla decima potenza riesce a rendere Goku al pari di quel potentissimo avversario e così il nostro eroe deve ricorrere assolutamente a quello alla ventesima potenza, mettendo in serio pericolo il suo fisico già provato dalla dura battaglia.

Colpo di scena però, con un onda energetica sparata con il Kaioh Ken alla ventesima potenza, Freezer riporta soltanto una piccola ustione alla mano e questo lo fa inferocire; a quel punto Goku non sa più che pesci pigliare e il suo nemico inizia a colpirlo a raffica provocandogli ferite innumerevoli e il sangue sgorga a fiotti. Ultima speranza sembra essere riposta nella energia sferica, stessa tecnica utilizzata contro Vegeta sulla terra, che consiste nel raccogliere l’energia del pianeta e di tutti gli esseri facenti parte e scagliarla contro il proprio avversario; naturalmente per Freezer occorrerà una energia sferica di potenza incredibile e raccogliere tutta l’energia necessaria porterà via tantissimo tempo e ciò sembra mettere a rischio seriamente la vita di Kakaroth. Non resta che aiutare Goku e quindi Junior, Crili e Gohan, pur se di potenza nettamente inferiore a quella del malvagio alieno, si scagliano contro il nemico e invitano Goku a raccogliere l’energia di tutti i pianeti vicini, sperando che possa bastare per annientare quel guerriero fortissimo; Freezer fa strage di chiunque si pari davanti a lui ma comunque i tre guerrieri Z riescono a far guadagnare a Goku il tempo necessario per raccogliere una grandissima quantità di energia e scagliarla contro Freezer; l’impatto con la sfera Genkidama è impressionante e l’urlo del nemico squarcia l’aria, mentre una voragine immensa buca il pianeta Namecc. Finalmente i guerrieri del bene possono tirare un sospiro di sollievo, l’incubo sembra essere terminato. Amara sorpresa quando un lampo di energia colpisce Junior in pieno petto: ecco ergersi su un masso, con un occhio socchiuso e ferito, con una rabbia illimitata e una potenza straordinaria, il temibilissimo Freezer! La sfera Genkidama sembra non essere stata sufficiente per farlo fuori, infatti a parte qualche acciacco, l’avversario non sembra aver riportato ferite, a dimostrazione della sua potenza senza limite.

A questo punto la situazione si fa tragica, Goku non è ancora un super sayan, il suo cuore è troppo puro e gli manca la collera necessaria, la cattiveria profonda e infatti nonostante l’immane forza, non riesce a diventare il guerriero leggendario e di fronte a quel mostro così potente non sembra esserci più nessuna speranza.







Il leggendario Super Sayan

La battaglia sembra ormai con esito scontato, Goku non ha più un briciolo di energia e con Junior ormai al tappeto mezzo morto non c’è nessuno che possa dare al nostro beniamino un aiuto concreto, in quanto Gohan e Crili, pur se sono diventati molto forti, non hanno forze minimamente paragonabili a quella di Freezer. Il malvagio alieno è davvero molto infuriato, la sua ferocia sembra aumentare di secondo in secondo e la paura comincia ad attanagliare i nostri amici, che ormai non riescono a vedere nessuno spiraglio di salvezza. A questo punto il nemico, adirato come mai prima di allora, prende possesso del corpo di Crili e con la sua mano destra riesce a guidarlo da distanza; prima lo alza, poi lo scuote, lo porta in alto fino in cielo e poi al grido del piccolo amico di Goku segue uno scoppio che squarcia l’aria! Crili è stato disintegrato con malvagità e ferocia incredibili e sotto gli occhi atterriti di Gohan e soprattutto di Goku, che ripensa a tutti i momenti belli passati con il suo più fedele amico, fin da quando, allievi del genio delle tartarughe, si allenavano assieme e scherzavano giocosamente. La risata di Freezer riecheggia nel campo di battaglia e risuona nelle orecchie di kakaroth, il sayan sconosciuto che unico fino ad allora, era riuscito solo a far tremare di paura l’essere più potente dell’universo. L’odiosa gioia dell’alieno fa accrescere la rabbia di Goku in modo spropositato, cresce sempre più, esponenzialmente e sembra non avere fine la rabbia di quel sayan dal cuore calmo e puro; l’aria si elettrizza e attorno a Goku si comincia a delineare un aura dorata e sempre più intensa, un potere che man mano cresce sempre più, i suoi capelli sembrano cambiare aspetto, inizia la mutazione, Goku sta per diventare il leggendario super sayan. I capelli si rizzano e diventano di un giallo dorato e lucente, il suo fisico riacquista vigore e i suoi muscoli tonicità; ma l’elemento più spaventoso è il suo sguardo, sembra cambiato anche esso, sembra aver cambiato quel guerriero così buono in un essere dominato solamente dalla rabbia. Freezer è immobile, non riesce a spiegare quel mutamento avvenuto sotto i suoi occhi e si chiede se davvero la leggenda del super sayan si sia dimostrata una realtà. La potenza di Goku è incredibile e sicuro di sé come non mai chiede a Gohan di recuperare il corpo di Junior e raggiungere una navicella vicina e fuggire sulla terra; ma proprio mentre il piccolo guerriero si allontana ecco apparire Freezer che cerca di lanciargli un onda di energia. Ma qualcosa va storto e Goku afferra la mano del nemico con una forza allucinante, quasi a spezzargliela; ormai non c’è più nessun dubbio e anche Freezer se ne convince, Goku è divenuto il leggendario super sayan. Lo scontro tra i due è fantastico, i colpi si susseguono a ritmo infernale e il livello di combattimento di Goku sembra essere addirittura superiore a quello del suo avversario che è costretto a mostrare la sua piena potenza anche a rischio della propria incolumità. Freezer si carica al 100% e scaglia una potente sfera al centro di Namecc al fine di distruggere il pianeta; sulla terra quindi utilizzano le sfere del drago per far tornare tutti in vita e trasferirli momentaneamente sulla terra stessa fino a quando non si fosse concluso l’incubo. La battaglia continua con una ferocia inaudita e con immensa crudeltà ma alla fine è Goku ad avere la meglio e a sconfiggere il suo avversario, disintegrandolo. A questo punto bisogna pensare ad una via di fuga da quel pianeta che altro non è se non una bomba ad orologeria e bisogna anche fare in fretta.





Via da Namecc

Goku ha ormai distrutto Freezer, l’avversario più potente di sempre e la difficoltà maggiore consiste adesso nel fuggire dal pianeta Namecc, divenuto a causa della sfera distruttrice lanciata dal malvagio nemico, una pentola a pressione in dirittura di esplosione. Goku vola a velocità pazzesca e cerca una navicella per allontanarsi di lì, mentre tutti gli altri namecciani e Re Kaioh osservano dalla terra incrociando le dita. Il tempo scorre velocemente e per Goku sembra non esserci nessuna speranza di salvezza e infatti il pianeta esplode senza lasciare traccia di nulla. A quel punto tutti gli amici di Kakaroth si disperano finchè lo stesso Re Kaioh non li avverte del fatto che il super sayan si è salvato salendo a bordo di una delle navicelle dei membri della squadra Ginew e che rimarrà per un po’ di tempo lontano da casa per visitare i pianeti vicini e apprendere qualcosa da essi.

Esattamente per un anno i namecciani rimangono sulla terra; appena riattivate le sfere del drago terrestri infatti, vengono rispediti sul loro pianeta di origine ormai ripristinato con le sfere del drago Polunga. L’avventura su Namecc è ormai giunta al termine e l’unico triste sembra essere Vegeta, superato ancora una volta da un guerriero di rango inferiore che addirittura è riuscito a diventare il leggendario super sayan in tempi brevissimi al contrario di lui che ci prova da una vita ormai. Inoltre adesso con Goku in circolazione va in fumo anche l’ambizione di Vegeta di occupare la galassia e l’intero universo. Ma a nessuno interessa delle ambizioni sfumate del principe orgoglioso, tutti ormai sono felici e gioiosi per la pericolosissima avventura terminata nel migliore dei modi; i guerrieri Z morti contro i sayan sono oramai tutti resuscitati e si allenano in vista del ritorno sulla terra di Goku, un modo da non farsi surclassare troppo dal fortissimo guerriero. Vegeta invece prova a raggiungere lo stadio di super sayan per diventare il combattente più forte dell’universo.

La saga di Freezer è molto probabilmente la più bella e apprezzata tra le tre che compongono la saga Z, forse per l’innovazione introdotta dalla creazione del super sayan, forse per la potenza degli avversari che non si discostano mai troppo dagli altri guerrieri come invece avviene nelle altre saghe. Se volete conoscere in maniera sommaria la storia di Kakaroth e dei suoi amici dopo le avventure terribili vissute su Namecc, seguite le sintesi, ma vi avvertiamo, ciò che è accaduto su Namecc sarà oro al confronto di ciò che aspetta i nostri guerrieri in futuro sulla terra, infatti alla saga di Freezer segue quella di Cell, un androide creato con tutte le cellule dei più forti guerrieri dell’universo, che si dimostra addirittura di potenza molto superiore a quella dei super sayan; infine toccherà al fortissimo Majin Bu provocare danni al pianeta più florido del sistema solare. È questo un nemico dagli straordinari poteri, dotato di forza e velocità spaventose e di una grandiosa capacità rigenerativa che lo rende immortale ed invincibile e infatti rappresenterà la minaccia più grande che sia mai comparsa in Dragonball. Naturalmente i nostri eroi riusciranno a batterli tutti e Goku subirà, come molti dei sayan, svariate mutazioni nel cartone, atte a potenziarne il livello combattivo che perderà completamente di vista quello della saga di Freezer, infatti i personaggi delle saghe successive avranno una potenza non più misurabile infatti si parlerà di svariate centinaia di milioni di punti contro i cinque milioni di Goku super sayan nella saga di Freezer. Ma piuttosto che fare anticipazioni, passiamo alla sintesi vera e propria della seconda saga, la saga degli androidi.








  Varie relative all'anime piu' amato di sempre  
 
  Sfere del Drago
 
 
 
 
 
 
  Draghi 1 - 2
 
 
 
 







| Policy Disclaimer | Mappa del sito | DB1 DB2 | DBZ1 Z2 Z3 Z4 | DBGT1 GT2 GT3 |
Copyright 2002-2013 Dragonball-Z.IT - Tutti i diritti Riservati